vasi, sottovasi, bonsai, hobby albicocco giapponese, prunus mume, bonsai, miniature, hobby, alberi Bonsai, specie, shohin, mame bonsai, stili, miniature, alberi esposizione, pinzatura, ficus, bonsai annaffiatura, potatura, ficus, bonsai defogliazione, concimazione, ficus, bonsai melograno, bonsai, alberi tag foto 9 bonsai, specie, olmo, ficus, melograno

novembre 22, 2007

Il manuale del perfetto bonsaista: irrigazione a goccia.


PERCHE' ISTALLARE UN IMPIANTO DI IRRIGAZIONE A GOCCIA.In primavera ed in estate, irrigare i bonsai può diventare faticoso: non sempre riusciamo a ritagliarci il tempo necessario per annaffiare e loro possono risentire di questi “piccoli abbandoni”.
Per ovviare al problema può risultare utile farsi affiancare da un impianto automatico di irrigazione a goccia; certo, il computer non sostituisce l’occhio esperto e amorevole del bonsaista, però, permette alle piante di ricevere tutti i giorni alla stessa ora il prezioso elemento, liberandoci dalla “schiavitù” quotidiana e riducendo gli interventi manuali ad uno o due la settima
na.COME E' FATTO UN IMPIANTO "A GOCCIA".Il computer che si istalla direttamente al rubinetto, è il “motore” dell’impianto: apre e chiude il flusso dell’acqua all’ora stabilita e per il tempo programmato. Un tubo in poletilene (da mm. 16) porta l’acqua vicino alle piante; quì si dirama con il microtubo, al termine del quale è collegato il gocciolatore regolabile che materialmente annaffia il bonsai.
QUANTI GOCCIOLATORI SERVONO PER OGNI BONSAI.Per vasi di piccole dimensioni (15-25 cm.) basta un gocciolatore; per vasi più grandi conviene aggiungere uno o più gocciolatori (2 per vasi fino a 40 cm. 3 o 4 per vasi più grandi).

COME SI REGOLA L'IMPIANTO.Per ottenere una irrigazione abbondante e calibrata, basta seguire poche regole:
Frequenza - all’inizio della primavera si regola l’impianto per una irrigazione ogni tre giorni, ogni due giorni in primavera inoltrata e tutti i giorni in estate.

Durata - La durata dell’irrigazione varia a seconda dell’apertura dei gocciolatori; con un’apertura di 7-8 scatti (circa 6 litri-ora) un tempo appropriato corrisponde a 15-20 minuti.
Cicli - Irrigando per 15-20 minuti in una sola volta si rischia di vedere dopo qualche minuto, l’acqua che esce dai fori di drenaggio senza essere stata assorbita dal terreno; il problema si risolve frazionando il tempo totale in più cicli di irrigazione (es. 6 cicli di 3 minuti, distanziati di 10 minuti uno dall'altro).
Regolazione dei gocciolatoriI gocciolatori possono essere regolati su 27 posizioni diverse per una portata da 0 a 32 litri-ora, questo è utile per fornire la giusta quantità d’acqua alla pianta piccola come alla pianta grande, usando un tempo identico per tutte. Se l’acqua è particolarmente calcarea, consigliamo di aprire i gocciolatori almeno a 7-8 scatti per evitare occlusioni. Se la portata del rubinetto lo consente, si possono aprire i gocciolatori fino a 20-25 scatti; in questo caso la diffusione dell’acqua è sicuramente migliore, naturalmente il tempo andrà regolato di conseguenza.

Ricerca personalizzata

  
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

A proposito dell'autore: Fausto Baccino

Un bonsai non è semplicemente una pianta. È una filosofia, un simbolo d’armonica condivisione con la natura. È un essere vivente sul quale vanno riversate tante attenzioni. Alcuni ritengono che per curarne uno sia necessario essere sereni con se stessi, in armonia con la natura.

0 commenti:

Posta un commento

I miei preferiti su Instagram

Hobby Bonsai in Facebook

Segnala Feed Aggregatore Blog Italiani Subscribe using FreeMyFeed follow us in feedly

Hobby Bonsai in Twitter

Hobby Bonsai in Pinterest

Copyright © Hobby Bonsai™

Blogger Templates By Templatezy & Copy Blogger Themes